«[...] I pastori d’anime curino con zelo e con pazienza la formazione liturgica, come pure la partecipazione attiva dei fedeli, sia interna che esterna secondo la loro età [...]» S.C. 19
«[...] Perciò la Chiesa si preoccupa vivamente che i fedeli non assistano come estranei o muti spettatori a questo mistero di fede, ma che, comprendendo bene nei suoi riti e nelle sue preghiere, partecipino all’azione sacra consapevolmente, piamente, attivamente [...]» S.C. 48 Alla luce di quanto auspicato dai documenti conciliari si propone di esaminare lo spazio e i luoghi della celebrazione e la loro evoluzione a più di cinquant’anni dalla fine del Concilio Vaticano II.

Richiedi Partecipazione