Ormai è lontano il tempo in cui si parlava di fine della storia. Era l’epoca della caduta del muro di Berlino e del crollo del comunismo: il pianeta sembrava ineluttabilmente orientato verso un futuro di stabilità, pace, prosperità. I valori tradizionali delle democrazie occidentali sembravano doversi imporre con sempre maggior forza ed efficacia. L’economia liberistica di mercato si imponeva persino in Russia e in Cina.

Oggi, all’opposto, chiusure, nazionalismi, sovranismi e protezionismi hanno ripreso con forza i loro spazi storici riportando gli equilibri geopolitici generali internazionali a dure contrapposizioni e a potenziali situazioni conflittuali.

Richiedi Partecipazione