Menu Chiudi

Io, tu, noi … «siamo cura»

Il tempo di pandemia è stato un gigantesco promemoria delle relazioni che intersecano la vita di ciascuno di noi. Nel bene e nel male siamo tutti connessi. Se prendiamo come paradigma di riferimento la salute, negli ultimi mesi abbiamo sperimentato che la salute delle persone è legata alla salute dell’economia; la salute del pianeta impatta a livello geopolitico sulla salute delle relazioni internazionali; la salute della democrazia è una spia accesa sulla salute delle società. E abbiamo scoperto, anche, che star bene o star male, salute o malattia non sono puramente un fatto fisico. La rappresentazione mitica del benessere dell’uomo vitruviano: maschio, bianco, adulto, perfetto … ma solo e senza relazioni, è una chimera. La salute ha a che fare con la cura. E si declina come cultura, che com’è noto risale al verbo ‘colere’, ossia al lavoro paziente del coltivare (la terra) e del prendersi cura. La proposta di un nuovo anno culturale per la Fondazione Toniolo, è raccogliere la sfida del prendersi cura. In un terreno dove tutti ci possiamo incontrare, non perché siamo o dobbiamo diventare uguali, ma perché ci riconosciamo «cura» l’uno dell’altro.

Il Presidente
don Renzo Beghini

Questo sito web utilizza i cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Se continuate a navigare in questo sito, accettate implicitamente questa caratteristica.